I COMMISSIONE CONSILIARE

AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI -PERSONALE ORGANIZZAZIONE -SOLIDARIETÀ SOCIALE

Materie di competenza

a)  statuto dell'ente e delle aziende speciali ; regolamenti; ordinamento degli uffici e dei servizi;
b)  variazioni alla circoscrizione territoriale;
c)  disciplina dello stato giuridico e delle assunzioni del personale; piante organiche e relative variazioni;
d)  convenzioni tra comuni e tra comuni e provincie; costituzione e modifiche di forme associative;
e)  istituzione, compiti e norme sul funzionamento degli organismi di partecipazione;
f)  assunzione diretta di pubblici servizi; concessione di pubblici servizi; costituzione di istituzioni e aziende    speciali; partecipazione del comune a società di capitali; affidamento di attività e servizi mediante convenzione; consorzi ; accordi di programma;
g) indirizzi da osservare da parte delle aziende pubbliche e degli enti dipendenti, sovvenzionati o sottoposti a vigilanza;
h) autorizzazione ad avvalersi di modalità di gara diverse dai pubblici incanti in materia di lavori pubblici e di pubbliche forniture, sempre che l'oggetto del contratto non rientri nei casi di deroga alla regola dei pubblici incanti, disciplinati con norme di carattere generale nei regolamenti del Comune;
i) programmi annuali di attività dei servizi socio assistenziali;
l) elezione delle commissioni comunali la cui nomina non è attribuita alla competenza del Sindaco;
m) atti inerenti il controllo della coerenza dell'attività dell'esecutivo con gli indirizzi generali espressi dal Consiglio;
n) valutazione delle periodiche relazioni sindacali sullo stato di attuazione del programma e sull'attività svolta su fatti particolarmente rilevanti;
o) promozione della consultazione elettorale per la rimozione del Sindaco;
p) ogni altro atto regolamentare inerente 1'organizzazione, la pianificazione o il funzionamento degli organi e dei servizi comunali.


PRESIDENTE GIARDINA ENRICHETTA

Proietto Maria Rita
Anzalone Gianluca
Paladina Carmelita
Bordonaro Alessia

 

II COMMISSIONE CONSILIARE

BILANCIO E FINANZE -PROGRAMMAZIONE ECONOMICA -PATRIMONIO

Materie di competenza

a) programmi, relazioni previsionali e programmatiche, bilancio annuale e pluriennale e relative variazioni e storni di fondi tra capitoli appartenenti a rubriche diverse del bilancio;
b) conto consuntivo (finanziario e del patrimonio)
c) riconoscimento dei debiti fuori bilancio;
d) istituzione e ordinamento dei tributi; disciplina generale delle tariffe per la funzione dei beni e dei servizi;
e) contrazione dei mutui e accensione dei prestiti; emissione dei prestiti obbligazionari;
f) spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, escluse quelle relative alla locazione di immobili e alla somministrazione e fornitura al comune di beni e servizi a carattere continuativo;
g) acquisti e alienazioni immobiliari e relative permute se non previsti in atti fondamentali del Consiglio;
h) elenco dei beni del patrimonio comunale disponibile che possono essere concessi alle cooperative giovanili (l.r. 37/78) e relative concessioni;
i) elezione del collegio dei revisori;
l) atti inerenti il controllo della gestione finanziaria.

 

PRESIDENTE RAGAGLIA ALFIO

Pillera Alfio                     
Gullotto Giuseppe
Petrina Chiara
Sindoni Sara
Grillo Antonino

 


III COMMISSIONE CONSILIARE

TERRITORIO E AMBIENTE -URBANISTICA –LAVORI PUBBLICI -SVILUPPO ECONOMICO

Materie di competenza


a) programma triennale delle opere pubbliche e relativi piani finanziari;
b) piani territoriali e urbanistici: piano regolatore generale e relative varianti; piani di recupero edilizio; programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione, eventuali  deroghe ad essi; piani particolareggiati; lottizzazioni; pareri  da rendere sulle dette materie; regolamento edilizio;
c) disciplina generale per la cessione di aree nell'ambito dei piani di zone;
d) disciplina generale per la cessione in diritto di superficie o in proprietà delle aree per insediamenti produttivi;
e) regolamento di gestione degli insediamenti produttivi di iniziativa comunale; regolamento per l'assegnazione degli stessi agli operatori economici interessati;
f) atti inerenti il controllo dello sviluppo dei programmi di opere pubbliche;
g) parere da rendere sul piano territoriale della provincia e sul relativo programma di attuazione;
h) parere da rendere sul piano territoriale e sul programma di sviluppo economico degli enti parco e riserve naturali;
i)  regolamento del servizio di protezione civile.
 

 

PRESIDENTE LO CASTRO GIUSEPPE

Ceraulo Vincenzo
Scalisi Carmelo Tindaro
Caggegi Carmela
Crimi Stigliolo Marco