Comune di Randazzo » Il Comune » Comunicati Stampa Amministrazione

RANDAZZO RICORDA LE VITTIME DEI CAMPI DI STERMINIO

Categoria: Pubblicazioni

Nel quadro delle manifestazioni che il 27 gennaio di ogni anno vengono organizzate per ricordare le vittime della follia nazista dei campi di sterminio, anche la città di Randazzo, come di consueto, ne prenderà parte. E lo farà con un apposito Convegno dal titolo: “La persecuzione razziale in Sicilia orientale e la deportazione dei siciliani nei lager nazisti. 1938 – 1945”. Convegno fortemente voluto dal Sindaco, prof. Michele Mangione,  organizzato con la partecipazione delle istituzioni scolastiche cittadine, che si terrà nella mattina di sabato 27 gennaio nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale, e che vedrà, oltre agli alunni, la qualificata partecipazione di diversi specialisti. 
Prima del convegno, alle ore 10.00, è prevista l'inaugurazione di una mostra con numerosi pannelli esplicativi tendenti a far conoscere ai giovani una delle più tristi pagine della Storia del secolo scorso, onde far sì che certe cose non accadano mai mai più. 
Dopodichè, a partire dalle ore 11.00 e sino alla fine dell'orario scolastico, dopo il saluto introduttivo dello stesso Sindaco Michele Mangione, sono previsti gli interventi del prof. Andrea Miccichè, docente di Storia Contemporanea all’Università Kore di Enna,il quale parlerà su“La deportazione degli oppositori politici del nazifascismo e l’internamento dei militari italiani”, e del prof. Ottavio Di Grazia, docente di Storia delle Religioni del Mediterraneo all’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, che si soffermerà su “Le leggi razziali e la Shoah”. 
A seguire, gli interventi dei tre dirigenti scolastici locali: la prof.ssa Maria Francesca Miano, dell'Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “E. Medi”, il prof. Salvatore Malfitana, dell'Istituto Comprensivo “E. De Amicis”, e la prof.ssa Rita Pagano, del Circolo Didattico Statale “Don L. Milani”. Tutti e tre si soffermeranno particolarmente sull'importanza del fare Memoria: ricordare per non replicare. 
Infine, dopo l'intervento del curatore della mostra, il dott. Domenico Palermo, dell'Associazione Civitas di Randazzo, gli alunni delle tre istituzioni scolastiche cittadine  leggeranno i nomi dei Randazzesi deportati e internati nei lager nazisti tra il 1943 e il 1945. 
La mostra resterà esposta nei corridoi superiori del Palazzo Municipale e sarà visitabile nei giorni e nelle ore di apertura al pubblico degli uffici comunali.

Randazzo, 26/01/2018

a cura:
dell´UFFICIO STAMPA